savillet


Il film Pane e Tulipani, di Silvio Soldini, è una commedia romantica. La protagonista, Rosalba Maresanto Barletta, è una casalinga di Pescara. Ha sposato un uomo cattivo, Mimmo Barletta. Ora ha due figli adolescenti e non è soddisfatta con la sua vita.

Il film comincia mentre Rosalba è in vacanza con la sua famiglia e la sua famiglia la lascia in dietro a un autogrill sull’autostrada. Ha dovuto andare in bagno ed ha fatto cadere il suo anello di matrimonio nel gabinetto. Mimmo si è arrabbiato con lei, e ha datto la colpa alla sua moglie e ha detto a Rosalba di aspettare il suo ritorno. Lei era molto arrabiata che la sua famiglia l’ha dimenticata e lei ha deciso di non rimanere li. Ha fatto l’ autostop a Venezia, invece di ritornare a casa, e ha deciso di tornare in treno il giorno dopo.

Quella notte ha dormito in una pensione e ha mangiato in un piccolo ristorante. Al ristorante ha conosciuto un cameriere islandese, Fernando. Ha dovuto mangiare i piatti freddi perché il cuoco era ammalato. Quando ha perso il suo treno il giorno dopo è tornata al ristorante per mangiare ed ha chiesto al cameriere se conosceva un posto piccolo e economico per rimanere. Fernando ha offerto la sua casa a Rosalba per una notte. Questa è diventata la ragione per cui lei rimane a Venezia per un po’ di tempo.

Rosalba ha visto un annucio di lavoro sulla finestra di un negozio di fiori. Dopo la conversazione con il fiorista, Fermo, ha cominciato a lavorare per lui. È diventata l’amica di Grazia, una massaggiatrice, e ha cominciato a suonare la fisarmonica che ha imparato a suonare dal suo nonno. A lei piaceva molto la sua vita nuova e si è innamorata di Fernando.

Finalmente, il sig. Barletta voleva che Rosalba tornasse perché la sua madre e la sua domestica non facevano il lavoro di casa per lui. Ha impiegato un idraulico, che voleva lavorare per lui, per provare di essere privato del investagatore a Venezia per trovare Rosalba. L’uomo, Costantino, incontrava difficoltà facendo questo, finchè Rosalba ha visto la sua foto sul manifesto. Curiosa di questo lo ha chiamato. Ha trovato la moglie; ma, ironicamente, Costantino si è innamorato di Grazia. Ha dimenticato il signor Barletta.

Rosalba stava godendo della vita più che mai e Fernando voleva prendere la loro relazione al prossimo livello. Ketty è venuta al negozio di Rosalba. Ketty ha detto a Rosalba che era una persona terribile e che il suo figlio, Nicola, stava faceva le droghe. Rosalba è tornata a casa immediatamente perchè si sentiva in colpa.

A casa Rosalba ha cominciato di fare il suo lavoro come casalinga. È diventata ancora infelice con la sua vita. Continuava fino a quando Constantino ha detto a Fernando di prendere la sua amante. Lui e Grazia sono andati con lui in un camion di Fermo per trovare Rosalba.

In Pescara, il gruppo ha trovato Rosalba ad un supermercato con Nic. Fernando ha detto a Rosalba quanto la amava e che aveva bisogno di lei per recitare una poesia. I due hanno avuto una conclusione felice.

Penso che sia un bel film. Penso anche che la trama fosse scritta bene, e che abbia tante lezione profonde della vita. Comunque, non penso che il film sia di alta qualità.

Il mio appartamento a Bologna è un posto bello nella zona leandro alberti( via pelliza da volpedo, 8 ). Recentemente è stato ritoccato ed è molto moderno. È un posto non fumantori con tre stanze grandi. Vivo nella stanza più grande ma i miei compagni di camera Antonio e Dan hanno anche delle stanze grandi. Il nostro appartamento ha una cucina molto piacevole, una grande stanza da bagno e due balconi. Ha persino un garage e una cantina. Paghiamo 400 euro più spese e viviamo 3 chilometri da Piazza Maggiore. Così paghiamo tre dollari per viaggiare in autobus, e ci vogliono 9 minuti per arrivare. Mi piaccono i miei compagni di camera molto e vivere con loro sta andando bene. Antonio è molto alto, magro, e molto divertente. Mentre Dan è basso, grasso e gli piace cucinare molto.

Dialogue:

Commessa: Buongiorno,prego, si accomodi.

Io: Buongiorno! Si, ho visto una camicia in vetrina che mi piace.

Commessa: Va bene, la vuoi misurare?

Io: Si, Ha un specchio?

Commessa: Si, ma mi dispiace. Abbiamo solo una camicia in marrone. Le consiglio questa, si abbina bene col colore dei suoi occhi . Le sta benissimo.

Io: Mi potrebbe fare un’po di sconto?

Commessa: Per tu, bello, farò qualche cosa.

Io: Bello, la prenderò.

Il nome della via viene dal politico Palmiro Togliatti che è nato a Genova, nel 1893. Ha ricevuto una formazione nella legge dall’università di Turlin. Ha servito e è stato ferireito da ufficiale nella I guerra mondiale. Era un membro del Partito Socialista ed si è unito con Antonio Gramsci per iniziare il Partito Comunista Italiano. Finalmente è diventato il capo del partito fino alla sua morte nel 1964.

Adesso che vivo a Bologna tutto è differente. Quando abitavo in Pensilvania, mi alzavo ogni mattina alle otto per una grande colazione. Mangiavo le uova, la pancetta, e il pane. Bevevo un bicchiere di succo di arancia e una tazza di caffè. Allora andavo alla scuola in macchina. Guardavo il football americano ogni domenica con i miei amici mentre mangiavamo la pizza e le ali di pollo, bevevo alcune birre. Adesso che abito a Bologna, invece, io mi alzo alle dieci di mattina e faccio la colazione al bar. Mangio un cornetto e prendo un caffe cortetto con sambuca. Adesso invece guardo il calcio con i miei amici e beviamo il vino piu’ buono di Bologna.

La mia famiglia bolongese vive in una casa bella nel centro della città. Sono una famiglia molto gentile, generosa, e osbitabile. Il più vecchio dei due bambini, Tullio, è la mia età. È alto, scuro di pelle, e, come dicono le ragazze, bello. Eleonora, sorella di Tullio, ha diciotto anni e è la ragazza più bella che ho mai visto. Penso che sia inamorata di me. Questo posto è incredibile.