Marissa C.


1. Pasquale Sinisi emigrano al nord per cercare lavoro e evadere la poverta e l’arretratezza nel sud.
2. Pasquale trovava un posto di garzone e vende frutte e verdure. Comprava il giornale “Corriere della Sera” a provare di capire la societa del nord e per sembare milanese.
3. La lingua che parlavano nel nord non era la stessa e il modo di vivere era molti diversa del sud. Pasquale incontrava la discriminazione della gente del nord, che li chiama “Terroni”.
4. A Torino la discriminazione era ben evidente ma a Milano, non incontrava razzismo. Dice “Milano ‘e una grande madre che accoglie tutti nel suo abbraccio”
5. Penso che sia interessante che gli immigrati che lasciavano il sud volevano evadere la poverta e cercare il lavoro e provavano dimenticare le sue origini e le loro identit’a.

1. Gli studenti cominciavano a sfidare l’autoritarismo e la societa pi’u rigida con vestiti diversi come jeans comodi maglioni, e scarpe basse. Sfidavano la diversit’a fra i due sessi e cominciavano a celebrare la propria sessualit’a.
3. Alcuni aspetti positivi della riforma della scuola erano la scuola media era diventata obbligatoria e le medie di ‘avviamento al lavoro’ erano state eliminate. Inoltre, la cambiamenti esistevano solo sulla carta
4. L’universit’a non poteva ospitare i nuovi iscritti, perche non aveva alloggi per gli studenti non residenti, e le aule, docenti e biblioteche erano insufficienti per l’aumento degli studenti.
5. Gli studenti nelle scuole volevano cambiare l’istituzioni d’elite e non volevano che l’universit’a o i professori hanno sfruttato le classi pi’u povere.
6. Il collegamento fra la lotta di Resistenza partigiana e il movimento del ‘68 era un lotta per l’uguaglianza e una societ’a pi’u giusta.
7. La guerra del Vietnam, le rivolte dei neri negli USA, i movimenti di guerriglia nel centro e sud America e la rivoluzione culturale cinese erano gli eventi a livello internazionale che influenzarono il ‘68.
8. Il movimento studentesco si sentiva rappresentato nel Pci perche era considerato un partito riformista e burocratico.
9. Nell’ “autunno caldo” era quando gli operai nelle fabbriche cominciarono a fare i scioperi per protestare i condizioni del lavoro. L’unione fra il movimento operaio e quello studentesco era un fenomeno significato “del’autunno caldo”
11. Le cause del Movimento studentesco e dell’ “autunno caldo” furono simile perche lottavano per miglioramento delle condizioni materiali di vita, ma anche lottavano cambiare la sfera politica di lavoro.
12. No, gli operai lottavano per migliorare i loro salari e anche la sicurezza, per pagamento uguale per le donne e gli uomini, e un riduzione della settimana lavorativa.
13. I principali sindicati erano la Cgil che attirava molti lavoratori non comunisti, la cisl (di ispirazione cattolica), e la Uil (di ispirazione socialista).
15. “Lotta antifascista” significava l’oppositione ai gruppi di neofascisti e anche allo stato e governo.
16. Le riforme pi’u importante erano l’istituzione delle regioni e la legge sul divorzio

Next Page »