Carla N.


Carla Nally
“Pane e Tulipani”

Il film Pane E Tulipani, del regista Silvio Soldini che ha vinto il premio David di Donatello nel Festival di Cannes 2000, e’ una commedia che descrive l’importanza del’ individuazione e della vita che una persona desidera di vivere.
Rosalba e’ una casalinga di Pescara che ha due figli pigri e un marito egoista, il quale ha un’ amante. La poverina Rosalba non pensa di sentirsi infelice finche’ va a Paestum con la sua famiglia. Un giorno, durante una gita turistica in pullman, lei e’ stata dimenticata alla stazione di servizio e decide di tornare a casa da sola, senza aspettare che la vengano a riprendere suo marito e i suoi figli. Lei si ritrova a Venezia per una vacanza perche non ha mai visitato la città. La piccola vacanza si trasforma nel nuovo mondo di Rosalba. La’ si crea una nuova vita, con amici simpatici e un lavoro divertente. La sua amica intima e’ Grazia, che e’ anche la sua vicina di casa. Rosalba e’ un’ estetista e massaggiatrice olistica; lei lavora in un negozio di fiori con un vecchio anarchico. Il rapporto che cambia la sua vita e’ con Fernando Girasole, un cameriere di origini islandesi. Lui e’ un uomo triste ma appassionato che si vuole uccidere. Abita da solo finche’ Rosalba comincia ad abitare con lui perche’ non ha piu’ soldi. Diventano amici e lei scopre le sue storie personali. Senza ammetterlo, hanno trovato la felicita’ insieme.
Nel frattempo, suo marito Mimmo è fuori di testa. Lui impiega qualcuno per trovarla, un uomo grasso che si chiama Constantino, il quale vuole lavorare come idraulico nella ditta di Mimmo. Ma siccome Constantino è un lettore di libri gialli, Mimmo decide di spedirlo a Venezia, alla ricerca di Rosalba. Benchè trova Rosalba, Constantino si innamora di Grazia, che gli permette di rinunciare alla sua posizione come detectivo. Rosalba non vuole andarsene a Pescara ma ritorna alla sua famiglia a causa dei suoi obblighi come moglie e madre. A casa, lei ha gli stessi problemi; e’ quasi invisibile alla sua famiglia e non è soddisfatta con la sua vita dopo la liberta’ che aveva a Venezia. Fernando e i suoi amici a Venezia le mancano e la vengono a trovare. Quando Fernando la trova nel supermercato, loro realizzano che non possono vivere separati. Sorprendentemente, il figlio di Rosalba, Nic, approva la situazione, cosi Fernando e Rosalba vanno a Venezia dove hanno la vita che desiderano.
I temi di libertà e della auto-scoperta sono evidenti in Pane E Tulipani. Ci sono molte persone che sono annoiate e tristi con le loro vite. Dimenticano i loro sogni e le loro passioni. Rosalba rappresenta questo tipo di persona, quindi il suo viaggio a Venezia aveva importanza fondamentale per sua propria sopravvivenza. Il resto della gente non capisce l’importanza dell’identità, che spiega, per esempio, perche’ Mimmo era così arrabbiato quando Rosalba e’ andata a Venezia e non voleva piu’ ritornare a Pescara.
E’ interessante analizzare la conclusione del film, non solamente la conclusione felice, ma la reazione di Nic a quel che vuole sua madre. Nic rappresenta i giovani che provano a capire la vita e chi sono. Lui non si preoccupa di che cosa i suoi genitori pensano; e’ sempre fumato e non vuole frequentare il liceo. Può capire la necessità della libertà di sua madre. E’ uno delle poche persone che pensa che una persona deve far quel che lo rende felice.

Mi ha piaciuto molto il soggetto della famiglia nel “The Boys”… mi hanno ricordato della mia famiglia quando Suzanne Branciforte ha spiegato le relazioni tra la sua famiglia. I valori importanti nella famiglia tradizionale italo americana sono i valori che si incontrano in molte famiglie. I genitori sempre vogliono fare le cose megliore per i suoi figli. Quando i figli sono adulti, loro normalmente sono come i suoi genitori; penso che questo e’ molto bello e spiega il amore in una famiglia.
Quando Branciforte dice “the boys never grew up to be the men,” penso che lei vuole spiegare la unita’ della famiglia. Una famiglia forte è difficile da separare, particolarmente quando i membri della famiglia hanno ruoli specifici. Per essempio, la madre vedrà sempre i figli come bambini, e il padre desidererà il controllo della famiglia per essere sicuro che la famiglia sopravviva nel futuro.

Carla Andrea Nally
240-476-7453
nallyc@dickinson.edu

Indirizzo Corrente:
Dickinson College HUB 1257
College and Louther Streets
Carlisle, PA 17013

Indirizzo Permanente:
7807 Heatherton Lane
Potomac, Maryland 20854

Sono nata: 11 luglio 1986

Instruzione:
Liceo: Connelly School of the Holy Child; Potomac, Maryland
Laureata in L’Storia Americana in 2008 da Dickinson College; Carlisle, Pennsylvania

Esperienze di Lavoro:
Ho lavorato a in Tommy Hilfiger Clothing Store, agosto 2002 – marzo 2003
Ho lavorato come professoressa di spagnolo nel Liceo Argentino, gennaio – giugno 2004
Ho lavorato come una badante di bambini 1998-2005

Attivita’ nell’universita’
Pi Beta Phi Sorority
The Carlisle School (assistente da profesoressa)

Compentenze:
Microsoft Word
Microsoft Excel

Lingue:
Spagnolo
Inglese
Italiano

Next Page »