hidakat


Mi è piaciuto questo film. Era molto violento e mi fa molto triste, ma anche era molto potente. Ogni personaggio ha i propri guai e fa i propri errori. Ognuno è un prodotto della guerra, ed è interessante di vedere come ognuno gli risponde. Nonostante non siamo d’accordo sempre con le loro azioni, ancora riusciamo a capirli. Anche Marina, che trade l’amante e quindi è responsabile per i morti di Manfredi, Francesco e Don Pietro, possiamo ancora provare compassione per lei. Non perchè quello che ha fatto era ragione, ma perchè la guerra si fa così delusa che ha avuto bisogno di fuggirla così disperatamente. Per sopravvive, doveva essere egoista, e alla fine, anche questo non era sufficiente. Penso che la cosa più triste sia che lei non riesca ad amare nessuno.

1. Quali furono le conseguenze per l’Italia della vittoria dell’Intesa, alla fine della seconda guerra mondiale?
Alla fine della guerra, l’Italia ottenne l’annessione di Trieste e del Sud Tirolo. Però, molti nazionalisti pensavano che queste annessioni non fossero state abbastanza terra.

2. Perchè alcuni parlarono di ‘vittoria mutilata’? Nonostante l’Italia ha vinto la guerra, non è riuscito a prendere la Dalmazia o la città di Fiume, e quindi degli italiani non erano soddisfatti. Credevano che l’Italia avesse il diritto a questi territori.

3. Quali furono alcuni importanti fattori che contribuirono al successo del movimento fascista, alla fine della prima guerra mondiale?
L’aumento del orgoglio nazionale, e anche la paura di una rivoluzione socialista da parte della borghesia e del governo contribuirono molto al successo del fascismo. I fascisti riuscirono a strumentalizzare l’instabilità e paura del dopoguerra, offrendo ordine e un nuovo senso di orgoglio nel paese. Secondo loro, Italia avesse bisogna di rinascita dopo l’umiliazione della ‘vittoria mutilata.’

4. Come prese il potere Mussolini e quale fu il ruolo del re Vittorio Emanuele III in questa fase?
Mussolini organizza la Marcia su Roma. Impaurito della guerra civile, il re non diede l’ordine fermare le squadre di fascisti. Invece, diede l’incarico a Mussolini di creare un nuovo governo e più o meno nominò lui a nuovo capo del governo.

5. Quale ‘primato’ ha la dittatura fascista?
La dittatura fascista italiana era la prima instaurata nell’Europa occidentale, almeno dieci anni prima del nazismo.

6. Chi era Giacomo Matteotti, e perchè fu ucciso?
Lui era un deputato socialista che aveva parlato apertamente contro il fascismo, deluso del clima di violenza e intimidazione infliggeva dai fascisti prima delle elezioni. Perchè era in opposizione, Matteotti fu rapito e ucciso.

7. Quali misure prese Mussolini per realizzare lo stato autoritario?
Mussolini eliminò qualsiasi opposizione, abolendo la loro stampa e sciogliendo tutti i partiti. Anche lui cominciò l’attiva soppressione del diritto di sciopero e di formare sindacati. Ognuno che non fosse d’accordo, sarebbe ucciso o mandato a un paese isolato.

8. Quali possono essere, secondo te, gli aspetti negativi e positivi della firma dei Patti Lateranesi?
Mentre è una bella cosa che il governo e la Chiesa si riconobbero, in questo caso penso che religione abbia usato solo strumentalizzare la gente, facendo loro segue ciecamente il modo cattolico e anche il modo fascista.

9. Quali furono le maggiori iniziave del governo fascista in politica estera negli anni 30?
Comincia la politica espansionistica: con l’invasione dell’Etiopia, anche aggiunta l’Eritrea e Somalia a formare l’Impero Italiano. Anche l’Italia partecipò nella guerra civile spagnola, a fianco di Francisco Franco, e diventò alleati con la Germania di Hitler, firmando il Patto d’Acciaio.

10. Quali misure anti-semetiche prese il governo di Mussolini?
Furono proibiti matrimoni misti, gli ebrei non poterono imparare o insegnare nelle scuole pubbliche, e anche furono espulsi da tutti gli uffici amministrativi dello stato. Ma non come nel nazismo, il governo fascista non li eliminò fisicamente.

11. Quale caratteristica del regime fascista ti colpisce maggiormente, fra quelle indicate nel testo? Motiva la tua scelta.
Il regime fascista era totalitario, identificando totale con lo Stato ed eliminando qualsiasi opposizione. Il governo fascista era molto propagandistico e censurò ogni mezzo di comunicazione di massa. Anche fu usato il saluto romano, e fu cambiato il calendario per cominciare gli anni con il primo anno del regime fascista.

12. Quali erano le motivazioni di Mussolini per entrare in guerra?
Sembrava la logica conseguenza dalla propaganda e l’orgoglio fascista perchè aveva esalato le tradizioni imperiali romane. Mussolini voleva fare ciò che i romani aveva fatto, e per l’Italia prendere il suo posto al sole finalmente.

13. Quale fu la campagna più disastrosa per l’Italia durante i primi anni di guerra?
Il participio nella campagna di Russia nel 1941 era tanto disastrosa per l’esercito italiano. I sovietico riuscirono a organizzare una resistenza prolungata, e gli italiani non erano equipaggiate bene per le temperature così più freddo. Quindi, se non morissero in combattimento poi gli italiani morirebbero per congelamento.

14.Quando e perchè Mussolini assunse un ruolo subalterno nei confronti di Hitler?
Mussolini assunse un ruolo subalterno quando fu cominciato una guerra parallela con la Germania contro il Mediterrano e l’Africa perchè aveva la paura di perdere la guerra.

15. Che cosa rese particolarmente difficile la vita per la popolazione civile, specialmente dalle fine del 1942?
C’era una carenza di ogni genere di prima necessità a causa della guerra. La gente aveva fame e era impauriti.

16. Quali erano le rivendicazioni degli operai nella primavera del 1943?
Perchè la diminuzione di pagamento e l’intensificazione dei ritmi di lavoro nelle fabbriche per soddisfare i bisogni della guerra, gli operai scioperò finalmente. A prima, questi scioperi erano solo economico, ma a presto diventarono politica. La gente e anche la classe imprenditoriali cominciava rinnegare il fascismo attivamente.

17. Quali eventi contribuirono alla caduta del fascismo?
Lo sbarco in Sicilia dei allenati e il deluso della gente in generale con il fascismo che stava sviluppando erano importanti fattori nella caduta del fascismo. (Anche il Gran Consiglio del Fascismo votò una mozione di sfiducia contro Mussolini.)

18. Come cadde il fascismo?
Il gran consiglio del fascismo hanno votato una mozione di sfiducia contro Mussolini; lui fu arrestato il 25 luglio 1943.

19. Quali furono le responsabilità del re e di Badoglio subito dopo la caduta del fascismo?
Avevano paura dei tedeschi che erano nel Nord d’Italia e non volevano più violenza. Quindi, hanno formato il regno del Sud.

20. Quali furono le conseguenze dell’8 settembre?
La firma di un armistizio con le forze alleate provocò una reazione violenta contro l’esercito italiano dai nazisti.

21. Che cosa fecero il re e Badoglio dopo l’8 settembre?
Né il re né Badoglio ordina la resistenza contro i tedeschi. Questa mancanza di direttive creò il disorientamento totale dell’esercito italiano.

22. Che cosa fecero i soldati dell’esercito italiano?
Non sapevano quello che avrebbero dovuti fare. Quindi, i soldati italiani ritornano a casa.

23. Cosa fece Mussolini dopo essere stato liberato?
Mussolini fondo La Repubblica Sociale Italiana, anche chiamata La Repubblica di Salò.

24. Inverno 1943-1944: spiega brevemente quale era la situazione in Italia e quali forze operavano sul territorio italiano.
L’Italia era divisa in due: le forze tedeschi erano nel Nord e nel Centro d’Italia e gli alleati erano nell’Italia meridionale.

25. Chi erano ‘i partigiani’ e da quali elementi era formato il CLN?
Il Comitato di Liberazione Nazionale si formava da Partito Comunista, Partito Socialista, Democrazia Cristiana, e Partito d’Azione.

26. Quale fu il ruolo degli Alleati e dei partigiani nella liberazione d’Italia?
Gli alleati liberarono Roma il 4 giugno 1944 e i partigiani liberarono il nord d’Italia il 25 aprile il prossimo anno.

27. Come morì Mussolini?
Mussolini fu ucciso a Milano il 28 aprile 1945 e poi esposto in Piazza Loreto, dove i nazisti avevano ucciso molti civili in una rappresaglia.

La geografia:
–La Valle d’Aosta è una regione settentrionale d’Italia. Confina con la Svizzera e la Francia.
–E’ circondata dalle Alpi Graie, e quindi è interamente montuosa e piena di valle. E’ la più piccola regione d’Italia, ma l’ha le montagne più alte d’Europa.
–La Dora Baltea è il fiume principale, la quale ha molti piccoli affluenti naturali che attraversano la regione e hanno scavato le valli che vediamo oggi.

La storia del nome:
–In onore di Ottaviano Augusto, la città e la regione furono chiamate Augusta Praetoria. Il nome “Aosta” deriva da questo nome originale.

La popolazione:
–Circa una terza della popolazione vive in Aosta, il capoluogo della provincia. Il resto abita in piccoli paesi attorno alla città.
–E’ una provincia bilinguismo: La maggior parte degli abitanti anche parlano un dialetto di francese. Infatti, le scuole hanno l’obbligo insegnarlo. Una piccola minoranza chiamata Wals, (che vive nella valle di Gressoney) anche parla la lingua tedesca.

L’economia:
–A causa delle montagne, ci sono pochissime buone aree coltivabili. Quindi, le colture agricole ci danno solo cose come patate, segale, mele, e pere.
–Più importante e’ l’allevamento di bovini. Quindi, la regione e più notevole per la produzione di carne, di burro e formaggi.
–Perchè c’è molta acqua, l’industria idroelettrica ha sviluppato tanto. Le industrie siderurgiche, chimiche e minerali sono anche importanti, e la presenza di molti turisti anche gonfia l’economia.

Next Page »