petermam


Ho scelto una scena del cattivo governo di Ambrogio Lorenzetti. Il governo ha le corne, come un diavolo. Lui vestita nei vestiti neri e ai suoi piedi è un corpo morte. Ci sono due bestie nel quadro, tante persone con le fiancate e le persone piccole ai piedi del cattivo governo. Seconda me, questo quadro è un’allegoria per gli effetti di un cattivo governo nel popolo. Il cattivo governo non pensa dell’altre persone, sopratutto le persone che non hanno il potere. Se il governo è cattivo, il popolo soffirebbero.

1. Adesso, mi trovo il poeta, Dante, nel secondo cerchio del’Inferno. Questo cerchio è per i Lussuriosi.
2. Minosse era un re di Crete, il figlio di Zeus e Europa.
3. Si chiama Minosse orribilmente. Lui ringhia e ha una coda. Minos sembra terrible. L’immagine più efficace nella sua descrizione, seconda me, è la sua coda. Gli animali e i cosi contro natura hanno le code. Seconda me, la descrizione della coda è più terrible.
4. Elena, Cleopatra e Didone erano nel secondo cerchio. Elena era Elena di Troy, Cleopatra era la regina d’Egitto e Didone era una donna nel lavoro di Virgilio. Queste donne erano lussuriose, non erano fedeli, e erano problemi per tante persone.
5. Caina era la città per Gianciotto, il marito di Francesca da Rimini. Questo è un posto per gli infidi.
6. Francesca e Paolo hanno anime offense, loro sono tristi e stanchi, hanno colpito maltrattamenti. Sono come così, perchè dei suoi peccati. Hanno colpito maltrattamenti come la libidine controlla le persone nel mondo reale.
7. Dante è molto disturbo dopo ha parlato con Francesca e Paolo. Lui ha pietà per loro, si sveglia perchè dell’intensità dei suoi sentimenti.
8. Seconda me, l’episodio di Francesca e Paolo è un’allegoria perchè Dante ha i stessi peccati come loro. Ha pietà per loro perchè lui capisce. Questa parte è nella tradizione dolcestilnovistica perchè delle descrizioni dell’amore. Francesca e Paolo sono insieme per eternità, l’amore collega loro. Il potere dell’amore è un stile della dolcestilnovistica.

1. La selva oscura: nel’inizio del poema, Dante è nella selva oscura, un’allegoria per la sua vità dopo la morte di Beatrice. E un’allegoria di suicidio, seconda me.
Il leone, la lupa e la lonza: Dante incontra queste bestie nel’inizio, sulla montagna. Sono i simboli per i peccati, Dante non può salire la montagna fino a Virgilio arriva.

2. Virgilio era un poeta latino. Lui scrisse l’Eneide. Virgilio è la guida per il viaggio attraverso l’Inferno e il Purgatorio.

3. Nel questo primo poema, Dante descriva Virgilio come un autore e una guida perchè Dante aveva rispetto per i lavori di Virgilio e Dante aveva bisogno di Virgilio perchè senza lui, Dante non poteva salire la montagna. Non c’è una descrizione fisica di Virgilio. E un modo efficace di introdurre Virgilio, perchè lui era molto famoso nel tempio di Dante.

4. Dante e Virgilio erano scrittori, tutti e due facevano un viaggio attraverso l’Infero e il Purgatorio insieme.

5. Un’amplificazione: Ha natura si malvagia e ria, che mai non empie la bramosa voglia, e dopo ‘l pasto ha più fame che pria.
Una metafora: Là dove terminava quella valle che m’avea di paura il cor compunto
Un paragone: E come quei che con lena affannata, uscito fuor del pelago a la riva

6. La tematica dominante del primo canto è il problema dei peccati. Dante non poteva salire sulla montagna senza l’aiuta di Virgilio. Il periodo della sua epoca era un tempo di confusione e diffidenza verso la chiesa cattolica. Il poema di Dante era un modo di dimostrare l’importanza della chiesa.