sagardin


Allegoria del Buon Governo:

Letterale:
Questo quadro è il terzo ciclo dei affreschi. Si vede una figura di un uomo vecchio (il buon re) che siede sul trono con la sua corte reale. Si vedono i buoni cittadini e quelli che sono puniti per i suoi delitti.

Allegorico:
Questo vecchio è circondato dalle figure allegoriche della Giustizia, della Temperanza, della Magnanimità, della Prudenza, della Fortezza e della Pace.

Morale:
Il popolo trae beneficio dal governo solamente, quando l’amministrazione del governo sono basati dai principi di giustizia sociale.

Mistico:
Sul capo del vecchio si vedono le personificazioni delle virtù teologali: Fede, Speranza e Carità. Si può dire che questo vecchio rappresenta a Dio. I buoni cittadini invece possono rappresentare quelle persone che vano al regno di Dio dopo la morte. Invece quelli cittadini che sono puniti rappresentano le persone che vano all’inferno.

Divina Commedia: canto 5

1)Dante si trova nel secondo cerchio dell’Inferno dove Minos giudica i morti e decide il luogo dove ogni anima sarà poi collocata. In questo cerchio sono castigati i Lussurioso che vanno per l’aria trascinati eternamente della tempesta infernale.

2)Minosse era figlio di Zeus e di Europa. Nei miti propriamente attici, è definito come personaggio crudele. Durante il suo regno, impose la sua autorità ai popoli vicini, con guerre e conquiste.

3)Minosse è rappresentato come una orribile bestia, che ha molto potere e forza e che ringhia, mentre giudica ai peccatori. L’immagine più efficace secondo me nella sua descrizione é:
“e quel conoscitor de le peccata
vede qual loco d’inferno è da essa;
cignesi con la coda tante volete
quantunque gradi vuol che giù si messa.”

4)Elena di Troia è una figura della mitologia greca, figlia di Zeus e di Leda. Considerata la donna più bella del mondo, fu la causa della guerra di Troia.

Cleopatra: fu l’ultima regina dell’antico Egitto e l’ultimo membro della Dinastia tolemaica. Era “lussuriosa” poiché amante dei piaceri della vita lussuosa.

Didone, o Elissa è una figura della mitologia romana, che la identifica con una regina fenicia, fondatrice di Cartagine (c. 840-760 a.C.).

Queste 3 femmine in vita si lasciarono dominare dalla cieca passione d’amore.

5)Caina:

6)L’immagine usata da Dante per descrivere Francesca e Paolo è una di colombe. Le connotazioni attaccate a quest’immagine sono la pace, la purezza, e anche lo spirito santo.

7)Credo che l’atteggiamento del poeta nei confronti di questi due personaggi sia l’amore che lui sente per Beatrice.

8)La mia interpretazione allegorica di questo episodio é che l’amore ti può accecare ed a causa di questo una persona fa cose irrazionale. Credo che questo canto fa vedere i due lati del amore: L’amore per una donna può portare a una persona al paradiso (la teoria dolcestillnovistica) ma anche può portare a una persona al inferno.

Divina commedia: canto 1

1)La Selva Oscura:
Penso che la selva oscura sia un riferimento al tempo dopo della morte di Beatrice. Era un periodo molto difficile dove lui aveva riampito il suo vuoto con piaceri facili e divertimenti grosslani. Anche era un tempo, quando lui si trovava in una situazione ambigua nella vita politica. Era un momento dove si trovava in un collaso psicologico.

La Lonza, Il Leone, La Lupa:
Credo che queste bestie siano simboli delle tentazioni a commettere i peccati. Possono essere i piaceri facili e divertimenti grossolini che lui ricercava nelle donne facili e amici spensierati. La Lupa anche puó significare la sua ambiguita che lui sentiva nella politica (Si dice che la lupa alimentó a Romulo e Remo, i fondatori di Roma). Tutti erano cose che impedivano il suo cammino verso il paradiso.

2)Virgilio:
Lui era una guida mandata da Beatrice per salvare a Dante quando stave nella selva oscura. Lui era un gran poeta latino, autor dell’Eneide. Virgilio accompgna a Dante in un lungo viaggio iniziato attraverso il mondo dell’aldilà.

3)Dante lo descrive come un divino maestro, l’unico che lo puo aituare resistire alle bestie (resitire le tentazioni). Credo che sia un modo molto efficace di introdurre un personaggio. Dal’inzio sì puó vedere che Dante ammira a questo gran poeta. Lui dice che il lavoro di Virgilio è la raggione perché il suo lavoro è buon fatto.

4) I rapporti che uniscono a Dante e il poeta latino sono:
La passione ad esprimirsi attraverso una forma nuova e la relazione che ambue due hanno con lo mistico.

5) Un’amplificazione: “ selva selvaggia” (5)

Un paragone: “ma tanto lo ‘mpedisce che l’uccide” (96)
“e dopo ‘l pasto ha più fame che pria” (99)

Una metafora: “e vederai color che son contenti (116)
nel foco perché speran di venire
quando che sia a le beate genti”

Un’antitesi:

5. La tematica dominante di questo primo canto è come Dante puó arrivare al paradiso sensa cedere alle tentazioni. Questo è una delle strutture mentali sella sua epoca, quando c’erano alcuni che non credevano che atraverso la chiesa era l’unica forma di arrivare al paradiso. Era un tempo d’incertezza dove c’era un bisogno di avere una guida, come Virgilio era per Dante.