News

il Resto del Carlino – March 7, 2016
Al Centro interculturale delle donne di Trama di Terre, si è realizzato – per la prima volta in Italia – il progetto Globalclothesline (http://globalclothesline.com/). L’iniziativa è nata in Massachussets, negli Stati Uniti, nel 1990 e si è poi diffusa in Paesi come Venezuela, Camerun, Olanda e Marocco, ed è stata portata a Imola da un gruppo di studentesse e docenti del Dickinson College di Carlisle di Pennsylvania. Vi hanno partecipato le ragazze dell’istituto Alessandro da Imola, ospiti del Centro interculturale delle donne per il progetto di alternanza scuola-lavoro, insieme ad alcune delle donne di Trama di Terre.

http://www.ilrestodelcarlino.it/imola/violenza-magliette-trama-donne-1.1953786?wt_mc=emailuser

 

Trama di Terre – March 4, 2016
“La cosa che più mi ha colpita” racconta Francesca Presicci, classe 3A del liceo economico-sociale, “è stata che l’obiettivo di questa attività non fosse cancellare quello che era successo alle donne ma, insieme, prendere consapevolezza, per trasformare il dolore in forza”.Anche Veronica Pregnolato (3C) è stata molto colpita da questo aspetto che è l’opposto del vittimismo e dello stereotipo della donna succube della violenza.Per Irene Ottaviano (3A) “se una donna racconta la violenza sento che questo non riguarda solo lei. Mi sento coinvolta anch’io, per il fatto che mi può succedere, perché lei è come me”. Conclude Giulia De Rosa (3A) “ho capito che nonostante ci siano differenze la violenza maschile esiste in tutti i Paesi del mondo e nessuna cultura la può giustificare”.

http://www.tramaditerre.org/tdt/articles/art_6337.html

 

IMG_0055 IMG_0057 IMG_0062 IMG_0064 IMG_0079 IMG_0080

Comments are closed.